Il bullpup made in Israel

Quando si leggono su qualsiasi arma le tre lettere IWI si ha automaticamente una garanzia di eccellenza e affidabilità e quale prodotto se non il Tavor X95 incarna queste caratteristiche. È da tempo che se ne parla, è da tempo che si sogna e grazie ancora una volta a @prima.armi i sogni diventano realtà. Nell’ultimo anno o poco più sono riusciti a rilanciare grandi marchi che si erano persi un po’ per strada forse a causa di una diversa gestione, quello che sappiamo ora però è che stanno cavalcando l’onda del successo.

Il Tavor è un fucile di produzione israeliana con sistema Bullpup, ovvero, con culatta otturatore e caricatore posizionati dietro al grilletto. Questo permette la realizzazione di un arma più compatta, senza rinunciare alla precisione. Arma principale dell’esercito israeliano, impiegata in ogni tipo di operazione e con una facilissima possibilità di personalizzazione.

Quattro slitte sono presenti sull’arma, di cui la superiore corre per tutto il castello, permettendo l’attacco di ottiche e visori notturni. l’impugnatura è ergonomica e realizzata in polimero. Di facile accesso sono il selettore di fuoco, lo sgancio caricatore e l’asta di armamento. Del design che dire? Super accattivante, linee spigolose e dimensioni compatte lo fanno sembrare una di quelle armi da videogioco che molto più frequentemente sembrano apparire sul mercato. I caricatori sono gli standard NATO (per intenderci quelli delle piattaforme AR) dunque è camerato 5.56 anche se alcuni modelli in una versione più compatta escono in 9×19.

Arriviamo al tasto dolente, quanto costa portarsi a casa un gioiellino come questo? Beh bisognerà sborsare parecchi soldi, o pochissimi se la domanda la ponesse il proprio partner! Sull’estratto conto sarà difficile nascondere la cifra di 2999euro per la versione base e 3649euro per quella dotata di sistema di puntamento Meprolight.

Il prezzo è alto, ma se si è disposti a fare un sacrificio per rientrare ogni sera a casa e ammirare un pezzo d’arte come questo, fareste bene a prenderlo in considerazione.

per maggiori informazioni:

http://www.primarmi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.